Mediazione Familiare

Che cos’è la Mediazione Familiare?

La Mediazione Familiare interviene nella gestione dei conflitti intra-familiari che coinvolgono i differenti attori del nucleo parentale, con particolare attenzione alle dinamiche di disaccordo che si verificano nelle relazioni tra coniugi e tra genitore-figlio.

La Mediazione Familiare è finalizzata alla riorganizzazione delle relazioni familiari in vista o in seguito alla separazione o al divorzio o durante qualunque fase di transizione e cambiamento del sistema familiare.

Uno degli obiettivi centrali della mediazione familiare è il raggiungimento della co-genitorialità (o bigenitorialità) ovvero la salvaguardia della responsabilità genitoriale individuale nei confronti dei figli, in special modo se minori. Inoltre, la mediazione mira a ristabilire il dialogo tra le parti per poter raggiungere un obiettivo concreto: la realizzazione di un progetto di riorganizzazione delle relazioni che risulti il più soddisfacente possibile.

A chi è rivolta la Mediazione Familiare?

La Mediazione Familiare è rivolta:

  • alle coppie che stanno diventando genitori (transizione alla genitorialità);
  • ai genitori che stanno vivendo un periodo di cambiamento difficile e conflittuale (cambiamenti evolutivi);
  • ai genitori separati o divorziati;
  • a figli e genitori che vivono un conflitto;
  • all’intero nucleo familiare.

Quando si applica la Mediazione Familiare?

La Mediazione Familiare si applica a tutte quelle situazioni di conflitto o crisi del sistema familiare:

  • Conflitti di coppia: prima o durante la fase di transizione alla genitorialità e litigi sulla gestione delle quotidianità;
  • Conflitti in famiglia;
  • Conflitti e incomprensioni costanti;
  • Difficoltà a prendere delle decisioni.

Nell’ambito della Separazione:

  • Decisione di separarsi non condivisa;
  • Difficoltà nella gestione della quotidianità e del tempo libero dei figli;
  • Difficoltà a comunicare e portare avanti la bi-genitorialità;
  • Definire gli accordi per la separazione consensuale;
  • Modifiche degli accordi di separazioni.

La funzione del mediatore familiare è favorire un dialogo tra i membri del nucleo familiare, modificarlo laddove risulti disfunzionale ed intervenire significativamente sull’efficacia della comunicazione cercando di ripianare il conflitto.

Perché rivolgersi ad un mediatore?

  • Per favorire una comunicazione genitoriale funzionale ed efficace;
  • Per supportare i genitori e le famiglie nei momenti di transizione;
  • Per condividere la genitorialità anche in caso di separazione e divorzio;
  • Per definire un progetto educativo comune per i figli;
  • Per supportare i genitori in fase di comunicazione della separazione ai figli, alle famiglie d’origine, ed alle altre persone significative;
  • Per promuovere la riorganizzazione della vita quotidiana a seguito della separazione;
  • Per favorire la continuità delle relazioni con le famiglie d’origine;
  • Per concordare la divisione del tempo tra madre e padre in modo equo ed adeguato;
  • Ridefinire insieme alle parti le relazioni ed i ruoli dei nuovi partner nei rapporti con i figli.

Quali sono vantaggi della mediazione familiare?

Il percorso di mediazione permette alle parti di vivere costruttivamente le conflittualità, e di riorganizzare la vita ritrovando benessere e serenità. I genitori saranno tali per sempre, anche se non potranno più essere coppia; anche le famiglie in difficoltà, potranno imparare e godere una gestione costruttiva e serena dei rapporti, anche grazie ad un nuovo modalità di comunicare. In caso di separazione, la Mediazione Familiare è riservata e autonoma dall’iter legale (procedimento extra-giudiziale), riducendone le spese e i tempi di elaborazione degli accordi che vengono definiti attivamente dalle parti.  Gli accordi presi in mediazione non hanno alcun vincolo di carattere giuridico. Le parti, qualora lo ritengano proficuo ed opportuno, possono scegliere di sottoporre gli accordi presi in mediazione all’esame dell’avvocato ed inserirli all’interno della procedura legale. Il percorso di mediazione non è sostitutivo di altri percorsi professionali, bensì integrativo e può essere intrapreso in qualsiasi momento, indipendentemente dall’andamento del procedimento giudiziario. Se intrapreso prima del procedimento giudiziario, può consentire alle parti di essere più consapevoli delle conseguenze della separazione, e ridurre i costi e le tempistiche rispetto alle controversie giudiziarie.

Come richiedere una mediazione?

Contattare il numero 3406558575 oppure scrivere a info@spaziotartaruga.it oppure compilare il Form.

Per ulteriori informazioni: Camera Nazionale di Mediazione